mercoledì 4 marzo 2015

PALEOARTE ( e VERSI DAL SAPORE ANTICO)

(Dipinto di Emiliano Troco, Versi di Giovanna Salerno)


MARE ANTICO

Ammonite spiaggiata
di un quadro surreale
che le perdute sere rischiarate dal vento
hai abbattuto.
Mi porti nei colori
quelli densi e caldi
plachi le amare attese, desideri e fumi,
mi mandi suoni dall’eco di un vespro muto,
incanti dei nostri incontri
e silenzi e sguardi.
Dammi l’istante di poche sere
per lasciare messaggi
indecifrati e colti,
ricchi di note lontane e sapore di buono.
Dammi  pace
dopo tutto questo vivere
dell’anima,
donami l’abbraccio del cielo
e se piove sciogliti nelle ombre
del mio sguardo su di te.
Acqua eterea, elemento antico di vita,
specchiati di teneri fiori  e grovigli di intenti
e in quel momento
di estasi fluviale
dal solitario istante, 
pensami e non avremo più paura.