Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Mesozoico marino

Paleoricostruzione di un'ammonite (Scaphites sp.) by Troco
La scafite (gen. Scaphites) era un mollusco cefalopode, appartenente al gruppo delle ammoniti, con conchiglia svolta. Visse tra il Cretaceo inferiore e quello superiore (tra 110 e 94 milioni di anni fa). I suoi resti si rinvengono in gran parte del mondo, ma in particolare in Europa (Inghilterra, Francia) e in Nordamerica. L’aspetto di questa ammonite era decisamente curioso: la conchiglia era infatti parzialmente svolta, con una parte anteriore a forma di U. Lunga circa 5 centimetri, la conchiglia della scafite era spessa e rigonfia, dotata di una simmetria particolare. La forma generale è detta scafitoide (proprio dal nome di questo animale), e presentava i primi giri a spira strettamente ombelicata; i successivi giri, invece, erano svolti in un bastone leggermente ricurvo e, alla fine, si ripiegavano verso il punto di partenza. L’ornamentazione di questa ammonite era costituita da coste fascicolate lisce o con nodi; la reg…

Moderna arcaicità...

Dividere i sapiens in “arcaici” e “moderni” riflette un modo gerarchico di pensare la variabilità umana. Da sempre vige la convinzione diffusa che la suddivisione del Paleolitico in inferiore, medio e superiore, eseguita essenzialmente attraverso le industrie litiche, rifletta anche importanti differenze evolutive nella specie umana, in particolare tra i sapiens “moderni” e gli “arcaici”.In realtà molti degli attrezzi del Paleolitico inferiore e medio trovati in Europa e altrove variano all’interno di una ristretta gamma di forme semplici, tanto che scheggiatori dei giorni nostri riescono, con attrezzature e motivazioni adeguate, a riprodurne copie in pochi minuti, a volte addirittura in pochi secondi.Un’analisi dettagliata dei manufatti litici, secondo lo schema di Clark, che riguarda la variabilità tecnologica suddividendola in cinque categorie, permette di vedere che non vi è un costante accumulo di nuove tecnologie dei nuclei a partire dalla prima apparizione della nostra specie, …