Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2008

II CAMBIAMENTI FAUNISTICI COME CHIAVE INTERPRETATIVA DELLE VARIAZIONI CLIMATICHE

Lo studio dell’evoluzione degli ecosistemi del passato costituisce la chiave interpretativa per prevedere gli effetti dei cambiamenti climatici in atto sul nostro pianeta.
Ad esempio, l’analisi dell’evoluzione delle associazioni a grandi mammiferi del nostro territorio, nel corso degli ultimi 3 milioni di anni, dimostra come i cambiamenti del sistema climatico siano il fattore determinante nell’innesco di rinnovi faunistici, favorendo fenomeni di dispersione, migrazione ed estinzione.
Tutti questi cambiamenti, rappresentano un elemento indispensabile all’evoluzione del sistema Terra; tuttavia, dal momento che gli organismi rispondono alle variazioni del clima principalmente con migrazioni e deformazioni dell’areale di diffusione, è ragionevole supporre che nel prossimo futuro il progressivo riscaldamento del pianeta, unito alla frammentazione degli ambienti ed alla pressione sugli ecosistemi naturali operata dall’uomo, produrrà una riduzione della biodiversità, in particolare nelle aree…

MUSEO COME GABINETTO D'ARTE E DI NATURALIA

Nell'opera "Museographia " del 1727 C. E. Nickel afferma: i Tedeschi hanno escogitato varie denominazioni con le quali si son dati cura di indicare i loro vani delle curiosità: studiolo, gabinetto o camera dei tesori, delle rarità, delle naturalia, delle arti o della ragione.

Nobili facoltosi fecero allestire in tutta Europa nei secoli XVII e XVIII dei Kuriositätetenkabinett (gabinetti delle curiosità) a scopo edificante, di istruzione e di rappresentanza. Ma anche in ambito borghese ci furono numerose collezioni d'arte e di naturalia. Alcuni scienziati, in modo particolare medici e farmacisti, si distinsero come proprietari di significative collezioni di scienze naturali.
Una cosiddetta camera delle rarità conteneva, di solito, reperti artistici e naturali provenienti dai più diversi ambiti. Ciò perché il fine ideale consisteva nel presentare, in un tale gabinetto, l'intero universo come un unico organismo. Nel proprio studiolo doveva sorgere, per scopi di ricerca…