Passa ai contenuti principali

Post

DARWIN DAY 2018 del MUSEO PALEOANTROPOLOGICO DEL PO (CR)

Post recenti

Programma delle presentazioni del libro METEORITI, STORIE CADUTE DAL CIELO

(E. Troco "La Caduta di Alfianello" Olio su tela 100 x 100 cm., Coll. Privata) 

PRESENTAZIONI IN PROGRAMMA: (in aggiornamento continuo)
25 febbraio 2018 Ore 10.00 - Alfianello (BS)
2 marzo 2018 Ore 21.00 - Parco Oglio Sud, Sala Civica di Piazza Gramsci, Canneto sull'Oglio (MN)



Frammenti di natura, frammenti di cultura

Meteoriti - Storie cadute dal cielo

Wadi Mellene L3 Chondrite.


Meteoriti - Storie cadute dal cielo

METEORITI - Storie cadute dal cielo

Desiderare, da de-sidera, significa letteralmente "privo di stelle", ma anche “discendere dalle stelle”. Avvertire la mancanza delle stelle, di buoni presagi, di auspici. Cioè “desiderare” vorrebbe dire aspettarsi dalle stelle quelle cose di cui per il momento siamo privi. Quindi, per estensione, questo verbo ha assunto l'accezione corrente, intesa come percezione di una mancanza e, di conseguenza, come sentimento di ricerca appassionata. È proprio grazie a questo sentimento di passione che nasce la presente ricerca, un’indagine entusiasta su un argomento affascinante perché esotico, poco conosciuto e per molti misterioso. Frammenti spaziali catturati dalla forza di gravità della Terra si accendono nei cieli limpidi tracciando archi di luce, segni tangibili dell’esistenza di un Universo in moto intorno a noi. Forse è per questo che le “stelle cadenti” hanno da sempre suscitato poesia e speranza, ma anche portato timore e reverenza. Ma cosa sono in realtà le “stelle cade…

IL LEONE DEL PO SECONDO TROCO

(Il leone del Po, Troco, 2017)
Il fossile in esame è una emimandibola sinistra perfettamente conservata di Leone (Panthera leo), presumibilmente spelaeus. Non vi è ancora l’assoluta certezza, essendo il fossile non ancora studiato dal punto di vista morfometrico, paleogenetico e radiometrico.Di esso sappiamo solo la provenienza: alluvioni quaternarie del Po e l’attribuzione specifica ma non sottospecifica. Utile sarebbe stato il completamento di queste indagini prima della realizzazione di un quadro ma tempistiche ed esigenze museali hanno imposto un allestimento corredato da una ricostruzione paleoartistica. E come è ormai d’uso frequente, anche questo caso paleontologico è stato affidato al paleoillustratore Emiliano Troco.
Di seguito un’intervista descrittiva sull’ultima fatica pittorica dell’autore.

DAV: Allora, caro Emiliano, cosa puoi raccontarci a riguardo di questo magnifico, per non dire colossale (250 x 115 cm), dipinto? Ad esempio quale tecnica hai adottato per quest’ultim…

CIRNECO DELL'ETNA, Canis lupus familiaris

Questo post, un po’ anomalo per l’anello mancante, trova spunto in alcune riflessioni paleontologiche derivate da ritrovamenti di fossili di Canis lupus familiaris (Linnaeus, 1758) nei sedimenti alluvionali del Po e da un esemplare femmina di Cirneco da poco divenuto membro di famiglia.
Un breve contributo che nasce dalla curiosità di saperne di più su di una razza arcaica di Canis lupus (Linnaeus, 1758) sia a riguardo della sua storia, sia della morfologia generale che parrebbe frutto di una selezione naturale poi rimarcata, secondo standard ben precisi, dalla manipolazione selettiva umana.


Le origini della razza del Cirneco dell'Etna troverebbero le proprie radici in Sicilia, dove i più la considerano razza endemica. Questo endemismo però vale solo per tempi storici recenti poiché l’origine di questi cani da caccia sarebbe fatta risalire ad antenati allevati in età faraonica nella valle del Nilo e diffusi poi in Sicilia e nel bacino del Mediterraneo dai Fenici e dai Cretesi.


La…